Le sedi museali

Il Terra Sancta Museum è in corso di allestimento in due edifici francescani della Custodia di Terra Santa, dentro le mura della città antica di Gerusalemme: il Convento della Flagellazione e il Convento di San Salvatore. Si tratta di costruzioni storiche con alcune parti molto antiche – romane, bizantine, medioevali-crociate -, poco distanti tra loro e vicine alle principali mete di pellegrinaggio e turistiche di Gerusalemme (la Spianata delle Moschee, il Muro del Pianto, la Via Crucis e il Santo Sepolcro).

Il museo coprirà una superficie espositiva di 2.573 m2 e sarà composto da tre sezioni:

  • Multimediale Gerusalemme e la Via Dolorosa (Via Crucis): da Erode ai giorni nostri
  • Archeologica –  i luoghi evangelici in Terra Santa
  • Storica la Custodia francescana in Terra Santa

Le sedi museali, con la loro storia secolare, sono parte integrante del Terra Sancta Museum.
Flagellazione

CONVENTO DELLA FLAGELLAZIONE
Situato all’inizio della Via Dolorosa che porta al Santo Sepolcro (percorso della “Via Crucis”), ospiterà la sezione multimediale e archeologica. Attualmente è sede del piccolo Museo Archeologico dello Studium Biblicum Franciscanum, attivo già dal 1902 (il più antico museo di Israele), che sarà quindi ristrutturato e notevolmente ampliato.

Il Convento si trova nell’area della Fortezza Antonia, edificio romano che sorgeva presso il lato settentrionale del Tempio di Gerusalemme; secondo la tradizione, è il luogo della condanna di Gesù. Antichi resti di murature, pavimentazioni e cisterne possono essere visitati tutt’ora e saranno parte integrante dell’allestimento museale.

Salvatore
CONVENTO DI SAN SALVATORE
La sede principale dei Francescani della Custodia di Terra Santa dal XVI secolo ospiterà la sezione storica. Il Convento alloggiava i pellegrini e ospitava tutte le attività necessarie al funzionamento del convento, incluse quelle aperte alla comunità locale – come la farmacia, le botteghe artigiane, etc.

Il convento di San Salvatore si trova nei pressi della Porta Nuova, il punto di ingresso al quartiere cristiano, luogo di passaggio di molti pellegrini diretti al Santo Sepolcro. Il convento ospiterà anche l’antica e suggestiva Cantina francescana, che verrà recuperata per ospitare una zona di ristoro.

Scroll to Top