News

25 Ottobre 2013

Anteprima del Terra Sancta Museum alla giornata per i volontari di Terra Santa

DSC00262 - CopiaConclusa anche quest’anno la giornata  per i volontari di Terra Santa a Roma, alla presenza del Custode di Terra Santa fra Pierbattista Pizzaballa.

Nell’arco della giornata è intervenuto anche Gabriele Allevi, museologo e responsabile del progetto, che ha parlato del grande progetto della Custodia di Terra Santa e di ATS, il Terra Sancta Museum.

Allevi ha passato in rassegna velocemente le opere più importanti che verranno esposte. Dietro ogni reperto si nascondono storie e aneddoti importanti, che assieme ricostruiscono le tappe principali della storia più grande di tutta la Cristianità. Si comincia con le tombe funerarie del primo secolo dopo Cristo scoperte al Dominus Flevit (il luogo dove Gesù pianse su Gerusalemme), che testimoniano la vivacità delle prime comunità cristiane nella Città Santa nonostante le persecuzioni di quegli anni.  Si riscopre la figura di Re Salomone nella veste di esorcista, raffigurato in antichissimi amuleti cristiani in chiara continuità con la tradizione ebraica. O la devozione presso la casa di Pietro a Cafarnao, che risale ai primi anni dopo la morte di Cristo. E poi tutta la  parte archeologica, che racconta in ogni singolo reperto la ricchissima storia della presenza francescana in Terra Santa.

“I lavori inizieranno al più presto – ha concluso Allevi – non appena avremo raccolto i fondi necessari per sostenere questa grande opera e consegnarla, in eredità, alla storia”.

Per ricevere ulteriori informazioni sul Terra Sancta Museum clicchi qui.