News

16 Novembre 2018

Scoperta di nuovi oggetti sacri durante il primo inventario dei monasteri francescani a Giaffa

di ANAIS UBERTI

Dal 5 al 9 novembre 2018, due studentesse dell’Ecole du Louvre e un ricercatore in argenteria italiana sono stati a Giaffa per inventariare gli oggetti sacri dei conventi francescani di San Pietro e Sant’Antonio. Dopo aver meticolosamente osservato ogni pezzo, i tre volontari hanno intrapreso un importante lavoro di descrizione e classificazione degli oggetti, con particolare riguardo per quelli di interesse artistico. Ad ogni opera è stato attribuito un numero ed una descrizione dettagliata, registrando così 483 oggetti nel catalogo informatico della Custodia di Terra Santa. I più interessanti, come il parato dei Borbone di Parma o i doni di argenteria dell’imperatore Francesco Giuseppe del XIX secolo, saranno presentati al comitato scientifico del museo per valutarne l’eventuale inserimento nella futura sezione storica.

Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus
1 Gennaio 1970

Quando le collezioni della Custodia attirano studenti stranieri

1 Gennaio 1970

Scavi archeologici : “Le ceramiche trovate sono un tesoro di dati storici.”

1 Gennaio 1970

“Itinera ad loca sancta”: il catalogo dei pellegrinaggi