Idea e allestimento

Via Dolorosa è un’installazione multimediale che offre ai visitatori un’esperienza estetica ed emotiva autentica, svelando lo sviluppo di Gerusalemme da un punto di vista storico, urbanistico e culturale. La collocazione particolare del Museo all’interno di un sito archeologico (sala detta “Lapidarium” nel Monastero della Flagellazione) fa da cornice alla moderna rappresentazione multimediale.

I visitatori hanno la possibilità di immergersi nel passato e vivere da vicino quella che è la storia di Gerusalemme – da Erode il Grande ai pellegrini di oggi – in un contesto appositamente concepito per percepire ancora di più lo spazio e il tempo circostanti. Guarda il video.

L’installazione è suddivisa in tre momenti:

1. I RESTI ARCHEOLOGICI – UN’ESPERIENZA SENSORIALE ED EMOTIVA

CONTENUTI / dalla Gerusalemme di Erode a Aelia Capitolina (periodo Adrianeo)

OGGETTI / sito e resti archeologici

In questa prima fase prima fase tutto è racchiuso in un’atmosfera di suoni e luci in movimento, che permettono al visitatore di immergersi nella storia e di vivere una profonda esperienza reale ed emotiva. La voce dell’antica Gerusalemme guida il visitatore attraverso i secoli (il contenuto dell’installazione), permettendogli di aumentare la propria consapevolezza storica del luogo e dei suoi resti.

L’obiettivo è mostrare il significato del sito archeologico in cui si trova una delle stazioni della Via Dolorosa, e di sottolineare la presenza di resti archeologici all’interno dell’edificio. Tutto ciò diventa un ambiente coinvolgente che invita i visitatori ad entrare in un’altra dimensione.

2. LA PROIEZIONE SUL MODELLO DELLA CITTÀ

CONTENUTI / lo sviluppo storico e urbanistico di Gerusalemme, dai tempi di Gesù fino alla città di oggi

OGGETTI / il modello della città di Gerusalemme, projection mapping, video, animazioni, ricostruzioni tridimensionali degli edifici

La seconda fase mostra l’elemento chiave e la principale attrazione dell’installazione: un modello topografico di Gerusalemme appeso quasi immaterialmente al soffitto serve da supporto per la proiezione della mappa della città.

Video e suoni formano un’unità narrativa, una specie di macchina nel tempo che riporta il visitatore alla condanna di Gesù, punto di inizio della nostra storia. Il video presenta le immagini di momenti cruciali che caratterizzano la storia della città: dalle carte topografiche che mostrano lo sviluppo urbanistico della Città Santa, ai fatti religiosi e storici. Quasi tutte le immagini utilizzate per l’installazione sono di proprietà della Custodia di Terra Santa.

3. OMBRE LUMINOSE DEGLI ANTICHI PELLEGRINI

CONTENUTI / citazioni di pellegrini illustri

OGGETTI / proiezione di ombre luminose sulla roccia e sui muri

I protagonisti della terza fase sono i pellegrini stessi: vengo rappresentati come ombre fatte di luce. Le loro voci e le loro preghiere, provenienti dal passato e dal presente, vengono sussurrate ai visitatori. È qui evocata un’ atmosfera spirituale. Alla fine i visitatori sono invitati a percorrere la Via Dolorosa e quindi ad unirsi alla tradizione secolare dei pellegrinaggi.

Credits

Scroll to Top